Messaggi di Palestina libera

 

09.04.2006

2006
09           aprile
03 14           marzo
03 31           gennaio
2005
05           dicembre
14           novembre
12           ottobre
06           giugno
05           maggio
10 23           aprile
23           marzo
22           febbraio
11           gennaio
2004
07 30             dicembre
02 11             novembre
08 20 30           settembre
03 10             giugno
02 11 24           maggio
14               aprile
12 15 17 28         marzo
03 19         febbraio
14 19           gennaio
2003
07 18       dicembre
02 07 14 25     novembre
15 27 29     ottobre
04 14 26       settembre
04 10 13 19 23 30   giugno
05 08 12 15 19 22   maggio
01 09 18 25         aprile
03 12 14 17 19 21 25 28 marzo
03 07 13 18 21 25 28   febbraio
15 20 21 27 29 31     gennaio
2002
10 18 21                   ottobre
05 08                     luglio
                      giugno
02 03 15 24 27 29             maggio
02 03 09 15 18 22 23 24 29 30 aprile
0I 04 05 12 13 13 19 20 22 27 29 30 marzo
14 27 28 febbraio
UNO.

ISM-ITALIA - COMUNICATO STAMPA 9 aprile 2006

ISM-ITALIA - COMUNICATO STAMPA 9 aprile 2006

 

NO ALL'EUROPA A FIANCO DI USA E ISRAELE CONTRO IL POPOLO PALESTINESE

 

Le ultime notizie dai 'territori occupati':

Sabato 08/04/2006 23.01 – Bambini da 40 ore in detenzione a Nablus 'Nablus, Occupied West Bank - ACTION ALERT: Demand Israeli Army Release Children Captives – Neta Golan ISM Forty hours after capture, eleven children remain captives of the Israeli army. They have been confined and isolated for nearly two days now. Since 5am yesterday morning they have been held in an 8th floor room in an apartment the army has turned into a sniper nest.'

 

domenica 09/04/2006 ore 03:45 - 14 palestinesi uccisi a Gaza Haaretz - Last update –IDF crackdown in Gaza Strip leaves 14 dead By Amos Harel, Haaretz Correspondent and Agencies 'Fourteen Palestinians were killed in three separate Israel Defense Forces missile strikes in the Gaza Strip over the weekend. Six militants were killed in a missile strike on Saturday evening, an air strike left two gunmen dead earlier in the day and six Palestinians, including a young boy, were killed on Friday.

Nabil Abu Rdeneh, a Palestinian Authority spokesman, said the air strikes were a "new escalation" and that the Palestinians would appeal to the U.N. Security Council to pass a resolution against the Israeli attacks.'

 

Le pressioni esercitate dagli Stati Uniti e dall'UE, contro il diritto del popolo palestinese di scegliere il proprio governo attraverso libere elezioni democratiche, continuano e si aggravano.

 

La decisione degli USA e della UE di sospendere gli aiuti  all'Autorita' Nazionale Palestinese (vedi allegato) costituisce una ingerenza intollerabile, un ricatto brutale, un vero e proprio boicottaggio.

 

Invece di richiamare Israele al rispetto del diritto internazionale, a cominciare da quanto stabilito dalla Corte Internazionale di Giustizia, il 9 luglio 2004, sul Muro dell'Apartheid,

 

invece di chiedere con determinazione al governo israeliano di mettere fine alle operazioni militari, agli assassini, ai raid nei campi profughi, ai checkpoints che stanno diventando veri e propri confini tra i vari bantustans palestinesi,

 

invece di impedire che i palestinesi in Cisgiordania e nella striscia di Gaza siano ridotti alla fame,

 

invece di assumere una posizione autonoma rispetto agli Stati Uniti,

 

l'Unione Europea:

•     si allinea  alle posizioni americane della cosiddetta 'guerra globale contro il terrorismo' 

•     si schiera a fianco degli USA e di Israele

•     si rende complice dei crimini di guerra che Israele continua a commettere contro il popolo palestinese

 

ISM-Italia invita tutte e tutti a inviare una lettera di protesta a:

•     Javier Solana, responsabile degli affari esteri della UE,

     email: presse.cabinet@consilium.eu.int

•     Elmar Brok,  presidente commissione esteri UE, email: EB_termin_eu@elmarbrok.de

•     Francis Wurtz, presidente del gruppo della sinistra europea,

     email: fwurtz@europarl.eu.int

•     cc ISM-Italia, info@ism-italia.it

 

Il testo della lettera potrebbe essere il seguente:

in italiano

'Io sottoscritto, ...................., cittadina/o europeo, chiedo che l'UE  non prenda, contro il popolo palestinese e i suoi legittimi rappresentanti, una decisione gravissima come quella del taglio degli aiuti. 

Questa decisione assume il carattere di una ingerenza intollerabile, di un ricatto brutale, di un vero e proprio boicottaggio nei confronti del popolo palestinese.

 

Io, cittadina/o europeo, chiedo invece che l'UE  pretenda dal governo israeliano che si insediera' a seguito delle recenti elezioni, la cessazione della costruzione illegale del Muro dell'Apartheid, delle operazioni militari, degli assassini mirati e dei raid  contro il popolo palestinese, la cessazione delle violazioni del diritto internazionale e dei diritti umani, violazioni che continuano incessanti nell'assordante silenzio della comunita' internazionale.' Nome, Cognome, Citta' di Residenza, numero di passaporto

 

oppure in inglese

'I undersigned, ............., as a European citizen, ask that the EU not take against the Palestinian people such a grave decision like the one of cutting financial aid.  This sort of decision is one that constitutes a grave violation, a brutal threat, a true and proper boycott. I as a European citizen instead ask of the EU that it demand of the Israeli government about to be formed that it adhere to international law, international human rights norms, that it cease the illegal construction of the wall, end military actions and incursions against the Palestinian people, all of which are taking place against the deafening silence of the international community.' 

Name, Surname, residence, passport number

 

ISM-Italia

 

info@ism-italia.it

 

www.ism-italia.it under construction

 

ISM-Italia e' il gruppo di supporto italiano dell'ISM.

 

L'International Solidarity Movement (ISM www.palsolidarity.org) e' un movimento palestinese impegnato a resistere all'occupazione israeliana usando i metodi e i principi dell'azione-diretta non violenta. Fondato da un piccolo gruppo di attivisti nel 2001,  ISM ha l'obiettivo di sostenere e rafforzare la resistenza popolare assicurando al popolo palestinese la protezione internazionale e una voce con la quale resistere in modo nonviolento alla schiacciante forza militare israeliana di occupazione.

inizio pagina