A GAZA NON SI ENTRA
LA SOLIDARIETA' FA PAURA!
MANIFESTAZIONE DI PROTESTA AL VALICO DI ERETZ


DISPACCIO DELLA DELEGAZIONE PARTITA PER GAZA


Valico di Eretz, Palestina, Mercoledì 26 dicembre, ore 15,30

Questa  mattina la delegazione di solidarieta' con Gaza si e' presentata di nuovo al valico di Eretz per entrare nella Striscia, ed ancora una volta e' stata bloccata dai militari israeliani.
La decisione dell'esercito e del governo israeliano e' stata dunque confermata: non e' ammesso essere solidali con Gaza.
L'assedio ha evidentemente tra le sue regole quella di fermare i contatti umani, di impedire una presa di visione diretta dei problemi umanitari.
Questa mattina non erano in corso combattimenti nella zona. Non vi era dunque alcun motivo di "sicurezza" per impedire l'accesso, tant'e' che altre persone sono transitate regolarmente.
A togliere ogni dubbio e' arrivata nel primo pomeriggio la comunicazione del comando di Tsahal, trasmessaci dal Consolato di Gerusalemme, che ha ufficializzato il rifiuto all'ingresso della delegazione per ragioni politiche.
Preso atto della situazione abbiamo manifestato di fronte all'accesso del valico con due striscioni e diversi cartelli in arabo. Con lo slogan "STOP EMBARGO - GAZA VIVRA'"abbiamo protestato contro questo ennesimo sopruso che fa di Gaza un vero e proprio campo di concentramento.
Nello stesso momento in cui noi manifestavamo, dall'altra parte del valico si e' tenuta una conferenza stampa del governo di Gaza che ha denunciato lo stop imposto alla delegazione. Il presidente Hanyah ci ha inviato il suo saluto e il ringraziamento per il lavoro svolto.Sempre da Gaza il Dott. Adwan, a nome dei parlamentari del Consiglio Legislativo Palestinese, ci ha espresso un uguale apprezzamento.
Una cosa e' certa: l'attivita' di questi mesi, e quella di questi ultimi giorni in particolare, non e' stata certo inutile.
Gli incontri che abbiamo fatto, il consolidamento dei rapporti con le forze della resistenza palestinese e con il popolo di Gaza ci daranno certamente piu' forza nelle iniziative future.
L'esperienza di questi giorni e' stata dunque positiva. Anche se non siamo riuciti ad entrare nella Striscia pensiamo di aver dato un segnale forte.
La lotta continua, la resistenza anche e Gaza vivra'!

La Delegazione e' composta da: Leonardo Mazzei «Comitato Gaza Vivrà» - Ugo Giannangeli, Avvocato, onlus «Per Gazzella» Fernando Rossi, Senatore - Giovanni Franzoni, Comunità Cristiane di Base - Lucio Manisco, Giornalista ed ex parlamentare - Maria Grazia Ardizzone, Campo Antimperialista - Elvio Arancio,  Centro studi cultura islamica di Torino - Davide Casali, Fotoreporter, inviato di Infopal.it - Giuseppe Pelazza, Avvocato - Vainer Burani, Avvocato, membro «Giuristi Democratici» - Maria Grazia Da Costa, Operatrice sanitaria - - Zeno Leoni, Giornalista - Carmela Vaccaro, Docente universitaria, esperta di acqua - Erika Miozzi, Associazione umanitaria di volontariato «Sumud» - Anika Persiani, Associazione umanitaria di volontariato «Sumud» - Margarita Langthaler  «Comitato Gaza Vivrà» di Vienna.