COMUNICATO STAMPA

 

Campagna per un concerto mondiale

a favore dei palestinesi

 

ROMA, 16 aprile 2004

 

Mentre Roma si prepara a ospitare il grande concerto per l'Africa in Piazza del popolo questo sabato, è stata lanciata oggi su internet una campagna per un altro «concerto-da-fare» - a favore dei diritti umani del popolo palestinese.

 

«Bono: chiediamo a te, e a tutto il mondo della musica,  di levare la voce e dire: 'Stop all'occupazione!'» Cosi' inizia l'appello - indirizzato al leader del gruppo rock U2 - che chiede al mondo della musica di organizzare un "Concert for Palestine" mondiale.

 

L'appello - che si puo' sottoscrivere su concert4palestine.org - è stato lanciato dall’associazione Gazzella, una onlus italiana che aiuta i bambini palestinesi feriti da arma da fuoco nei territori occupati.

 

«Ci siamo chiesti perchè il mondo della musica non ha mai fatto un concerto mondiale per la Palestina,» dice Marina Rossanda, presidente dell'associazione, elencando tutti i concerti "umanitari" tenuti in passato - dallo storico Concert for Bangladesh (1972), al Live Aid per l'Etiopia (1985), al Freedom Tibet Concert (1997), al Concerto per l'Africa.

 

«Siamo sicuri che un concerto per la Palestina troverebbe grande consenso fra in giovani di tutto il mondo, e anche fra molti musicisti, a cominciare da Bono stesso.» (Rossanda nota che nel corso degli anni, Bono ha prestato il suo nome a molte buone cause, compreso Amnesty International e il progetto Jubilee 2000 per cancellare il debito del Terzo mondo.)

 

Per raccogliere voti a favore dell'iniziativa, l'appello è disponsible sul concert4palestine.org in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese, e sarà presto pubblicato, sullo stesso sito, in arabo ed ebraico.

 

Ospitato da inventati.org, punto di riferimento nella comunità no-global italiana, il sito pubblica anche (in inglese) un riassunto della storia del conflitto israelo-palestinese, le denunce di Amnesty International contro le violazioni dei diritti umani nei territori, un lunghissimo elenco di "war crimes" commessi dall'esercito israeliano, e dichiarazioni da parte di ebrei di tutto il mondo contro la politica del governo di Ariel Sharon.

 

Per informazioni:

Indirizzo web: http://www.concert4palestine.org

email: pergazzella@katamail.com